Archivi tag: death

DontGiveUp

bataclan

“Tanto lavoro da fare”
…paura…
“Vorrei piangere”
…sgomento…
“Vorrei non essere chi sono”
…rabbia…
“Con un solo gesto vorrei cancellare tutto, non così, non così, non così”
…vigliacchi…
“Sì, ho sentito una donna urlare: ils sont des lâches
…sangue…
“E ho sentito gli spari e le esplosioni”
…libertà…
“E’ il mio compito, sono dovuta venire per tutti loro. Per portarli di là.”
…Noi…
“Ma non ce la faccio a guardarli negli occhi!”
…Noi…
“Continuate a vivere, continuate a sorridere, continuate a cantare. Nulla andrà sprecato.”
…Noi…

Hela

Hela_(Earth-94001)_0001

Ed ora mischiamo le carte, lasciamo che il sogno si congiunga all’incubo e generi piccole creature fameliche dai denti aguzzi sguiglianzandole nude nella notte.

Hela, un nome come tanti, una compagna per la vita. Tutto ho sperimentato nel mio tempo che dura. Nuovi cimenti ogni giorno per lusingarla, per protrarre il suo ultimo bacio. Percorro i sentieri di mio fratello Destino, ma lei mi sorride e mi rimanda ad altra data.
Se mi volgo indietro non vedo come tutti un solo cammino. Vedo invece tutte le biforcazioni dove ho scelto entrambe le vie, vedo le anse della vita dove almeno una volta sono di certo passato come in un labirinto infinito di cui cerco il proprietario, la bestia arcana. Tracce antiche, tracce recenti, sempre mie tracce.
Destino tace reggendo il suo libro, mi guarda e mantiene il segreto delle mille alternative che offre ai miei passi. So che andrò vagando fino alla fine, e anche oltre, poiché i sentieri sono lunghi e non terminano neppure con la morte.

Alla fine

chrisbachalo001
[Image from Comic Sandman]

Gli occhi di lei incrociano lo sguardo di lui. E lui si perde in quelle iridi nere profonde come il tempo. Un vortice, ecco sì, un vortice che lo attrae. Ancora un attimo se stesso prima di abbandonarsi…

“Dammi un attimo ancora, devo finire questa cosa, sistemare quell’altra …”
“Vieni tesoro, non c’è più tempo.”
“Ma ….”
“E’ questo il bello, non c’è nessun ma. Alla fine tutti i fili restano sospesi, ci penserà qualcun altro a mettere in ordine. Non ti preoccupare.”
“Dici?”
“Sì, vieni con me, dammi la mano.”

Effetto nebbia

fog

Questo è ciò che vediamo. La nebbia avvolge smussa confonde aggroviglia le idee ed il respiro. Crea illusione di morbidezza e fugacità. Avanziamo barcollando in un mondo che umido ci avvolge nel suo abbraccio traditore. Camminiamo lenti per poi scomparire.

“Vieni con me … dammi la mano … sarò la tua guida.”
“Chi sei?”
“Non conta chi sono, conta solo che Sono.”
“Già anche questo è vero”.

 

Aspettando

image
[Image from Comic Sandman]

“Eccomi”
“Stavo dormendo.”
“No, non stavi dormendo, stavi aspettando.”
“Davvero?”
“Sì davvero. Tutti aspettano, e aspettando si dimenticano l’unica cosa importante.”
“Che cosa?”
” …. ecco vedi? Anche tu …. eppure non è così difficile. ”
“Eddai dimmelo, che cosa si dimenticano?”
” … nulla … nulla … tanto è  tardi ormai.”.

Giusto una precisazione

5d1686b969eef759e9a10d7bda43d871
[Image from Comic Sandman]

Lei è sempre stata là. Sin dall’inizio dei tempi. Sarà l’ultima ad andarsene. Metterà tutto in ordine e poi un ultimo sorrisino malizioso e tutto sarà fatto. Quando l’ultimo degli Uomini sarà passato oltre, non avrà più senso restare. Che giorno triste sarà quello, dopo tutto questo tempo non avrà più nulla da fare. Forse è per questo che ogni tanto, di soppiatto, fa finta di distrarsi, e permette a qualcuno di tornare indietro. Forse. O forse no.

Arrivo …

3603162-dbdtc_2_13_death_52e6c893e0ec16_54977149
[Image from Comic Sandman]

“Tadah!!! Eccomi qua, sei pronto?”
“Non si è mai pronti a questa età”
“Beh dai, son cose che capitano”
“Perché a me?”
“E perché no?”
“…” [spallucce]
“Dai muoviti che ho fretta. Fra un minuto devo essere dall’altra parte del mondo.”
“Sì sì arrivo ….”

Seguimi

685627-photo7
[Image from Comic Sandman]

“Qual è la tua strada?”
“Non lo so, mi sono perso.”
“Prendi la mia mano tesoro”
“E tu chi sei? Sei così bella…”
“Non fermarti alle apparenze, prendi la mia mano e seguimi.”
“Grazie, ora è tutto più chiaro.”