Calibano

I ricordi son fatti di un vento maligno che sussurra all’orecchio antiche felicità. Son fatti di spilli arroventati che improvissi trafiggono la nostra anima. Son fatti di un nulla che avvolge il tutto mettendolo di fronte allo specchio del tempo e rivelandolo a se stesso novello Calibano.

« O rabbia di Calibano perché non si vede la faccia in uno specchio, disse. Ci fosse ancora Wilde a vederti!. »
(James Joyce, ‘Ulisse’)

2 pensieri su “Calibano”

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...