Equilibrio

1346661321

La luce porta con sé il germe dell’ombra, il buio non è altro che un modo diverso di risplendere. E Lucifero, magnifico nel suo regno, fu un angelo un tempo.

Il suo palazzo si erge nel cuore degli inferi. Fondamenta ne sono le buone azioni rimaste in forma di pensiero. Le mura portanti sono le pietre scartate dal Sommo Costruttore. Mille le guglie che ne impreziosiscono le torri: tendono le loro dita alle stelle cadute, scagliate lontano da un cielo presuntuoso. Le sue porte sono come le braccia di una madre amorosa che stringe al seno il figli che corrono da lei.

L’equilibrio pattuito è mantenuto. Un Paradiso egoista ed egocentrico pretende il rispetto e la supremazia. Ma, appena il sole passa oltre, l’Astro d’argento brillante nel cielo chiama a sé le anime perdute. Alcune, ancora rivestite di brandelli di carne, iniziano a camminare su questo piano dell’esistenza. Il varco è aperto. Il cerchio si chiude. Luce e Oscurità si incontrano com’è giusto che sia. Alba e Tramonto si fondono in quella creatura imperfetta che è l’Uomo.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...