La tentazione

Se ripenso a queste foto potete lasciare l’immaginazione correre sui nostri corpi, sulla pelle calda, i nostri sessi bramosi… E…

Mi domando se per par condicio dovrei postare anche io qualcosa di nudo. Chiedete se siete curiosi.

Reminiscenze

È facile perdersi. Ma è ancora più difficile restare ed essere presenti a sé stessi. Cercare il proprio centro. Chiudere gli occhi ed essere ancora lì. Vagare nelle tenebre, nella notte. Invidiare quei raggi di luna che un tempo mi sollevarono così in alto che oggi potrei giurare essere stata solo finzione. Illusione. Reminiscenze non vere di un tempo che fu.

Sconosciuta

L’idea del tuo sguardo sconosciuto che sfiora la mia pelle mi eccita, lo confesso. Un po’ sorpresa e un po’ curiosa resti a guardare mentre nella tua mente cerca di farsi largo il pensiero che non dovresti essere lì. Ma i tuoi occhi rimangono appesi alla mia nudità. In fin dei conti è solo un’immagine dietro una finestra, pensi, nulla di reale. Una carezza sensuale che si protende in un raggio di luce.

Immaginario

Ho imparato a plasmare il nulla di cui è fatta la notte, a ricavarne forme per nulla innocenti. La mia mente ha generato mondi alternativi di cui io sono l’unico abitante, mie compagne solo le eco di un passato lontano… reale o immaginario che sia.

Vago solo

Io vago nella notte. Io sono la notte. Vorrei dire che mi sono perso, ma sarebbe una troppo facile giustificazione. Ho seguito i miei passi mendicanti ben sapendo che presto un ricciolo di vento mi avrebbe portato via. Il mio ricordo non mi sopravviverà. Spero soltanto che l’eco dei miei pochi pensieri permanga nell’aria ancora un po’.

Eppure, che sia per poco o per sempre, ora spegneró la luce e così sia.

Again

Questa la condanna:avere occhi che vedono da soli, senza conformarsi all’opinione corrente. Scorgere  la propria realtà oppure saper cogliere la poesia anche in un campo di carciofi.
E col tempo imparare che forse è meglio tacere.

DUM VIVIMUS, VIVAMUS!