I COLTELLI SONO SOLO COLTELLI

I coltelli sono solo coltelli.

Le parole sono peggio Rimbombano Rotolano Si Ingigantiscono Lasciano Tracce INDELEBILI.

Soprattutto si SOMMANO l’una all’altra.

Sono SEMPRE nella tua mente ad Ogni tua azione ad Ogni tuo respiro … non cambia NULLA sono sempre lì.

Sono sempre lì al margine del tuo campo visivo.

Anche allora pioveva

nightrain

Non si distinguono più i colori. Il cielo è scomparso. Piove. Grigio piombo. Notte. Freddo. L’acqua sull’asfalto si confonde in chiazze oleose e malevole. Le poche luci si riflettono distorte e giallastre. L’insegna di un bar lampeggia mezza rotta “There’s no heaven”. I vetri sporchi. Mi avvicino. Ragnatele dentro e sedie ribaltate. In un flash ricordo com’era un tempo. Anche allora pioveva. Piove sempre per alcune persone.

Cammino

punto

Cammino. Un piede dopo l’altro. Inevitabile. Ho visto la Notte priva di Stelle. Ho visto il Sole sorgere e tagliare obliquo e doloroso l’orizzonte. Ho visto il Nulla. So che posso sopravvivere. Forse. La mia mente torna sempre là. In questa Terra non esiste il Paradiso. There’s no Heaven. Forse in un’altra Vita, forse in un’altra Dimensione. Eppure anche questo Mondo ritrova la sua perversa Armonia quando dentro di te la Verità si rivela …. già ….

nel Nulla nel Silenzio

dddd

Meglio l’Oscurità. Spegnete ogni Luce! Ho bisogno di riparo. I miei occhi sono stanchi. Non voglio più vedere la mia ombra che si staglia sul muro. Non voglio più vedere il mio profilo che si burla di me. Dite al sole che non si presenti domani né mai più. Scacciate l’Alba. Camminerò solo in una infinita Notte senza Stelle senza Luna. La volta del Cielo un immenso lenzuolo Nero. L’aria immota si richiuderà al mio passaggio non scorgerete le mie tracce svanirò nel Nulla nel Silenzio.

DUM VIVIMUS, VIVAMUS!