Non sono

Hello darkness, my old friend, I’ve come to talk with you again.
Eri mia amica ages ago. Eri il battito del mio cuore, l’aria che respiravo. Era il tempo in cui distendevo le mie ali nere e nel mistero della notte ascendevo a piani di vita mai esplorati.
Un sognatore senza rimpianti, un creatore di mondi che vagava solo fra vecchie statue di Dei ormai dimenticati.
Ora non so più chi sono, e soprattutto non so il perché. Non ho più la forza, ho abiurato a me stesso. Preferisco tacere e rifuggere gli specchi piuttosto che piangermi addosso.
Già … verrà la notte e avrà i tuoi occhi … Non veglio più sulle pene del genere Umano. Non mi avvolgo più nel suo abbraccio, non saprei più come fare. Ho perso. Mi sono perso e oggi non ho voglia di cercarmi.

DUM VIVIMUS, VIVAMUS!